LE SPECIE E LE VARIETÀ DEI
CAFFÈ SPECIALI

Le piante dalle quali hanno origine i Caffè Speciali derivano dalla famiglia delle rubiacee, che raggruppa ben 4500 varietà, di cui 60 specie appartenenti al genere Coffea.
Di queste 60 specie, sono circa 25 le più comuni e commercializzate, e ancora, di queste 25 sono soltanto 4 quelle che hanno un posto di rilievo nel commercio del caffè e degli Speciality Coffee:

  • la Coffea Arabica
  • la Coffea Canephora (Robusta)
  • la Coffea Liberica
  • la Coffea Excelsa

In particolare, sono le specie Arabica e Canephora, meglio conosciuta come Robusta, ad essere coltivate con obiettivi commerciali e a rappresentare, a tale proposito, circa il 99% della produzione mondiale.

Le Arabica e i Caffè Speciali

Nel mondo del caffè e dei Caffè Speciali diverse sono le varietà di Arabica, la maggior parte delle quali coltivate in Etiopia e Sud Africa; soltanto una piccola quantità viene coltivata al di fuori del continente africano, in particolar modo nello Yemen.
Da questo ceppo si diramano 3 varietà:

  • Typica: è considerata l’originaria e da essa sono state geneticamente selezionate le altre varietà; i frutti sono generalmente di colore rosso e la qualità della bevanda da essi derivata è eccellente. Viene coltivata in particolar modo in Brasile, Colombia e America Centrale.
  • Bourbon: è originaria della Reunion (isola del Madagascar anticamente chiamata Bourbon) e il maggior vigore della pianta ed il maggior numero di gemme florali consentono una produttività superiore alla Typica. I chicchi sono piccoli e di qualità eccellente con abbondante produttività.
  • Heirloom: migliaia di varietà botaniche, molte ancora non catalogate, crescono spontaneamente e spesso vengono classificate come Ethiopian Heirloom.

Da ognuna di esse poi si sono originate delle mutazioni, catalogate come specie:

  • dalla Typica hanno avuto origine per esempio Java, Sumatra, Maragogype;
  • dalla Bourbon la SL28, la SL34, Caturra, Moka, Villa Sarchi, Pacas;
  • dalla Heirloom la Geisha/Gesha, la Kaffa.

Anche le Canephora o Robusta nel mondo degli Speciality Coffee

Il termine Robusta, nell’uso commerciale, ha prevalso su quello di Canephora: comunque con esso si indicano quelle varietà di caffè che non sono Arabica, ma non per questo non presenti nel mondo dei Caffè Speciali e non. Infatti Arabica e Robusta danno vita insieme anche al mondo della miscela del caffè, in cui diverse varietà si fondono insieme.
La caratteristica principale che distingue la C. Canephora dalla C. Arabica è la resistenza alle malattie. Per questa ragione, a partire dal XX secolo, la coltivazione della Canephora si è diffusa nelle zone a clima caldo e umido, sebbene il caffè che ne deriva è meno profumato e pregiato dell’Arabica.
La Coffea Canephora è originaria delle terre basse dell’Africa tropicale (Uganda, Congo, Golfo di Guinea), è una pianta alta con foglie grandi, frutti relativamente piccoli e una buona produttività.

Le Arabica e i Caffè Speciali

Nel mondo del caffè e dei Caffè Speciali diverse sono le varietà di Arabica, la maggior parte delle quali coltivate in Etiopia e Sud Africa; soltanto una piccola quantità viene coltivata al di fuori del continente africano, in particolar modo nello Yemen.
Da questo ceppo si diramano 3 varietà:

  • Typica: è considerata l’originaria e da essa sono state geneticamente selezionate le altre varietà; i frutti sono generalmente di colore rosso e la qualità della bevanda da essi derivata è eccellente. Viene coltivata in particolar modo in Brasile, Colombia e America Centrale.
  • Bourbon: è originaria della Reunion (isola del Madagascar anticamente chiamata Bourbon) e il maggior vigore della pianta ed il maggior numero di gemme florali consentono una produttività superiore alla Typica. I chicchi sono piccoli e di qualità eccellente con abbondante produttività.
  • Heirloom: migliaia di varietà botaniche, molte ancora non catalogate, crescono spontaneamente e spesso vengono classificate come Ethiopian Heirloom.

Da ognuna di esse poi si sono originate delle mutazioni, catalogate come specie:

  • dalla Typica hanno avuto origine per esempio Java, Sumatra, Maragogype;
  • dalla Bourbon la SL28, la SL34, Caturra, Moka, Villa Sarchi, Pacas;
  • dalla Heirloom la Geisha/Gesha, la Kaffa.

Anche le Canephora o Robusta nel mondo degli Speciality Coffee

Il termine Robusta, nell’uso commerciale, ha prevalso su quello di Canephora: comunque con esso si indicano quelle varietà di caffè che non sono Arabica, ma non per questo non presenti nel mondo dei Caffè Speciali e non. Infatti Arabica e Robusta danno vita insieme anche al mondo della miscela del caffè, in cui diverse varietà si fondono insieme.
La caratteristica principale che distingue la C. Canephora dalla C. Arabica è la resistenza alle malattie. Per questa ragione, a partire dal XX secolo, la coltivazione della Canephora si è diffusa nelle zone a clima caldo e umido, sebbene il caffè che ne deriva è meno profumato e pregiato dell’Arabica.
La Coffea Canephora è originaria delle terre basse dell’Africa tropicale (Uganda, Congo, Golfo di Guinea), è una pianta alta con foglie grandi, frutti relativamente piccoli e una buona produttività.

Caffè Speciali derivanti da ibridi e incroci

Gli ibridi si ottengono dall’innesto di varietà di piante derivanti dall’Arabica e dalla Robusta. Tra esse ricordiamo:

  • l’Hibrido de Timor,
  • l’Icatu
  • l’Arabusta.

Gli incroci invece sono il risultato di un innesto delle diverse varietà di Arabica; ad esempio:

  • Mundo Novo (Sumatra+Bourbon)
  • Catuai (Mundo Novo+Caturra)
  • Pacamara (Pacas+Maragogype).

Prodotti correlati

SAN DOMINGO

8,80 Iva inclusa

COLOMBIA

7,60 Iva inclusa

COSTA RICA TARRAZÙ TIRRA

10,40 Iva inclusa

Miscela artigianale torrefazione

Il coffee lab si ferma dal 17 al 23 agosto:

Ultimo giorno utile per la tostatura giovedì 13 con consegne in partenza venerdi 14. Ripartiremo con la tostatura lunedì 24.

You have Successfully Subscribed!

Anteprima Carrello
There are no products in the cart!
Totale
0,00
Total
0,00
Continua a fare acquisti